giovedì 4 giugno 2020

Stati Uniti: Notizie della rivolta

Le rivolte, dopo l'assassinio di George Flyod da parte di un ufficiale di polizia, sono proseguite nella notte tra il 31 maggio e il 1 giugno. Ecco un resoconto non esaustivo degli eventi. Sono state segnalate rivolte ad Aurora, Boston, Chicago, Madison, Miami, New York, Filadelfia, Phoenix, Santa Monica e WashingtonNella capitale, è stato dichiarato  il coprifuoco  alle 23:00, il che non ha scoraggiato le molte persone che hanno comunque manifestato . Mentre molte persone erano ammassate davanti alla Maison Blanche, il presidente Donald Trump si è rintanato in un bunker sotterraneo della Casa Bianca. Si diceva che fosse rimasto lì per quasi un'ora, scortato da agenti dei servizi segreti. La Casa Bianca ha spento le sue luci, cosa che non è mai successa dal 1889. Il Campidoglio è è stato sommerso dai fumi di l gas lacrimogeni e la "Chiesa dei presidenti" di fronte alla Casa Bianca è stata data alle fiamme. Una banca saccheggiata a poche centinaia di metri dal palazzo presidenziale. A Minneapolis, un camion si è scagliato sulla folla di manifestanti riuniti sull'autostrada I-35. Dozzine di auto della polizia sono state distrutte a FiladelfiaIl presidente Trump accusa i gruppi di sinistra di essere responsabili delle proteste e ha annunciato la sua intenzione di dichiarare il movimento antifa un'organizzazione terroristica.

La notte tra martedì a mercoledì sarebbe stata generalmente più tranquilla, dopo una giornata di grandi proteste.  Manifestazioni di massa sono scoppiate durante la notte nonostante il coprifuoco. Infine, se l'esercito non è ancora intervenuto, un battaglione di polizia militare in servizio attivo, composto da 200/250 soldati è stato schierato lunedì a Washington, DC. A New York, gli operatori sanitari sono usciti per applaudire i manifestanti di Black Lives Matter. A Dallas, la polizia ha chiesto ai residenti di segnalare qualsiasi illecito sull'app "iWatch Dallas". Ma invece di ricevere video dai manifestanti in azione, è stata inondata di video K-pop, al punto che l'app è diventata temporaneamente non disponibile. Questo è un attacco denial of service (o DDoS) orchestrato manualmente dai social network.

Manifestanti a cavallo negli Stati Uniti

  Turchia: due combattenti del TKP / ML (Partito Comunista di Turchia/marxista-leninista) TIKKO (Armata di Liberazione degli Operai e del Co...